La grande catena di fast food McDonald dedica una pubblicità al mondo LGBT

Anche McDonald fa coming out e si dichiara gay friendly

Sono molti le aziende e i brand che hanno preso posizione schierandosi a favore del mondo LGBT. Abbiamo visto LUSH, IKEA e tanti altri. Chi in maniera più visibile, chi meno e tra loro anche un colosso come McDonald che in Taiwan ha mandato in onda una pubblicità alquanto contestata dalle associazioni di famiglie.

In un video pubblicitario il brand americano ha voluto rappresentare il momento più difficile che una persona omosessuale deve affrontare: fare coming out con i propri genitori. Lo spot gay friendly ha messo in mostra una delle modalità per fare questo importante passo per liberarsi di un segrete con il quale non si vuole più convivere.

Anche McDonald fa coming out e si dichiara gay friendly

Protagonisti del video un padre ed un ragazzo. Quest’ultimo è deciso a voler rivelare al genitore il suo orientamento sessuale. La scena si svolge naturalmente all’interno di un McCafè. Come mezzo di comunicazione il ragazzo sceglie la scrittura e scrive sul bicchiere del noto fast food: “Mi piacciono gli uomini”. Come chiunque davanti allo schermo la scena successiva vede il padre allontanarsi contrariato e si pensa ad un rifiuto. Ma dopo qualche secondo lo vediamo tornare verso il figlio che è rimasto immobile. Questo alla scritta aggiunge “Mi sta bene che ti piacciano gli uomini“.

Anche McDonald fa coming out e si dichiara gay friendly

Un video semplice che in 90 secondi descrive spesso anni di segreti e incomprensioni. Emozioni forti, rappresentate attraverso gesti quotidiani che hanno portato migliaia di persone a condividerlo sui social. Allo stesso tempo però vi è stata una risposta alquanto negativa da parte delle associazioni familiari del Taiwan. Queste hanno chiesto di boicottare la catena poiché frequentata e amata da moltissimi bambini. Il messaggio trasmesso, a lor dire, è infatti poco consono ad un pubblico di bambini. “Il Mcdonald è frequentato da bambini ed è particolarmente importante non promuovere comportamenti omosessuali“, ha dichiarato ChangShou-yi, il segretario generale dell’Alliance of Taiwan Religious Groups for the Protection of Family.

Un pubblicità che andrebbe a influenzare negativamente le menti dei bambini e che va assolutamente fermata.

Purtroppo per loro però il video è stato molto apprezzato al punto che solo su Youtube conta più di un milione e mezzo di visualizzazioni senza contare gli altri canali di condivisione online.

Insomma forse a pensarla così sono davvero in pochi mentre la maggior parte delle persone è aperta e contenta di vedere che anche McDonald si è dimostrata gay friendly.

A voi il video.

 

Martina Saliva