Politica e religione presto si incontreranno su un tema ancora caldo: il matrimonio egualitario. Infatti il 25 agosto il Papa sarà in visita in Irlanda per partecipare ad un meeting mondiale sulla tematica della famiglia, che avrà luogo a Dublino dal 21 al 26 agosto 2018.

ZENIT

ZENIT

In questa occasione Leo Varadkar, primo ministro 39 enne irlandese, ha espresso il suo interesse nel voler esporre le perplessità del paese circa la tutela di ogni tipologia di famiglia. In merito all’incontro con l’esponente religioso ha infatti dichiarato: “Il ricevimento al Castello di Dublino potrebbe essere molto breve ma, prima di tutto, vorrò dargli il benvenuto in Irlanda. E, se si presenterà l’occasione, certamente vorrò esprimergli le reali preoccupazioni che gli irlandesi hanno in relazione ai retaggi del passato, in relazione a questioni come il coinvolgimento della chiesa nelle Case Magdalene, gli abusi sessuali e fisici”.

CATCH NEWS

CATCH NEWS

Varadkar è diventato primo ministro nel 2017 dopo il suo coming out, e quindi da gay dichiarato,  nel 2015anno in cui ha anche sposato il fidanzato Matthew Barrett. Si presentarono in Italia lo scorso anno come coppia in Vaticano suscitando non poco interesse.

Il suo essere gay non è di certo un segreto e questo incontro sarà importante per appunto mettere in primo piano la questione del matrimonio egualitario. Il punto vista del governo irlandese su quella che è la famiglia si discosta di molto rispetto a quanto oggi è la visione italiana. In una intervista all’Irish Centrale il primo ministro ha sottolineato come per il proprio governo la famiglia è intesa in forme diverse che includono anche quelle in cui i genitori hanno lo stesso sesso.

CATCH NEWS

CATCH NEWS

Proprio per questo motivo il premier aveva annunciato di voler includere all’incontro mondiale di agosto anche le famiglie arcobaleno anticipando in questo modo quelli che sono i temi salienti di cui vuole discutere con il Papa.