Durante la trasmissione televisiva “Io e Te”, l’attore ha annunciato di essersi unito civilmente con il compagno dopo 30 anni d’amore, suscitando la commozione in studio per il raggiungimento di un diritto a lungo patito.

Lo sguardo radioso, il sorriso felice, una fede lucente al dito e la commozione di chi finalmente ce l’ha fatta a coronare il suo sogno, parliamo di Leo Gullotta, che ha annunciato in diretta televisiva di essersi sposato con il suo amore di una vita, esclamando sornione e felice “I diritti sono diritti, sono diritti conquistati. I diritti sono conquistati e quindi, quando arrivano, bisogna approfittarne”.

Ph by Today

“Quando arrivano dobbiamo essere felici grazie anche al lavoro di tantissime persone per far arrivare questi diritti. I diritti ti consentono di vivere legalmente in un Paese dove sembra tutto sereno e tranquillo, ma in effetti ci mettono di traverso tantissime cose”. Però ha voluto lasciare segreta l’identità del suo compagno,da sempre la coppia vive la relazione al riparo dai riflettori. La confidenza di Leo Gullotta ha creato grande commozione, anche del conduttore di La7 Diaco anch’esso omosessuale e anch’esso convolato a nozze nel 2017  con il suo compagno  Alessandro Orsingher e con il quale medita di adottare un bambino.

Ph by Tvzap

“Questo anello mi lega da due anni alla persona che amo. Durante la pubblicità Leo Gullotta mi ha mostrato lo stesso anello. Anche lui la scorsa estate si è sposato con la persona che ama, dopo 32 anni di vita insieme”, aggiunge il conduttore mostrando anche la sua fede. “Adesso si può chiamare finalmente normalità”, chiosa l’attore che sceglie di mantenere il riserbo e di non fare il nome della sua dolce metà.

leo ph by tvzap

Ph by Tvzap

L’attore aveva dichiarato per la prima volta di essere gay nel 1995 in occasione di un’intervista a Rome Gay: ospite della trasmissione radiofonica I Lunatici su Radio 2 nel 2019, Gullotta è tornato sull’argomento: “Quando me lo hanno chiesto, io ho risposto. Un giornalista mi chiese se ero omosessuale e io ho risposto ‘sì, perché? Mi dica’. Tutto qui. Non c’è niente di malato. Quando leggo di genitori che disconoscono i figli, penso che questa sia pura ignoranza. Magari si hanno come vicini di casa dei mafiosi, dei delinquenti, dei truffatori, di loro non ci si vergogna”.

Vanity Fair

Bravo Leo e che le sue dichiarazioni siano di monito per una parte (fortunatamente)di società gretta e chiusa! Tanti auguri a questa coppia sempre più innamorata!